.

La Basilica di Santa Margherita è sita nella parte più alta della città di Cortona, in cima al Monte Egidio. Da qui si domina la Valdichiana e si gode di un incantevole affaccio con vista sul Lago Trasimeno. Adiacente alla chiesa vi è il Campanile e l’antico Convento francescano circondato da un grande parco.

La Basilica è dedicata alla figura di Santa Margherita, patrona di Cortona e terziaria francescana ed è oggi luogo di attività culturale e spirituale dei Francescani Osservanti. Alla morte della santa (22 febbraio 1297) si decise di costruire una chiesa in suo onore, a fianco dell’antica chiesetta di San Basilio che Margherita stessa aveva restaurato dopo averla scelta come luogo di penitenza e di preghiera.

Nel 1304 l’edificio sacro era già costruito, ma si continuò ad abbellirlo con importanti affreschi per tutto il Trecento. Di questo ciclo murale sono giunti a noi solo pochi frammenti conservati nel Museo diocesano, ma ne è conservata testimonianza in un codice del XVII secolo che documenta con ventuno scene acquerellate i dipinti murali perduti nel 1653 quando, a causa del loro cattivo stato di conservazione, vennero imbiancati. L’analisi dei frammenti superstiti induce a datarli intorno al 1335 e ad attribuirli alla bottega di uno o di entrambi i fratelli Lorenzetti.

Nel 1385 la Basilica fu affidata ai monaci Olivetani, sostituiti nel 1389 dai Minori Osservanti che ancora oggi ne hanno cura e accolgono i visitatori.

Nell’agosto del 1927 fu elevata alla dignità di basilica minore.

Per maggiori informazioni CLICCA QUI

.